[ 2021 ]

COWORKING FERRUCCI

COWORKING

Torino

In the past, this particular building located in Corso Ferrucci at 14, built in the 1950s in reinforced concrete, housed the Allamano Congress Center, the structure designed as a "prefabricated" has made this structure very rigid in its lines and geometries, conditioning it Inevitably, the new design, first of all, the facade was "stripped" of all that was superfluous, only the structure of the reinforced concrete building remained visible. The façade that insists on Corso Ferrucci is different from the one overlooking the internal courtyard, the first has vertical lines that slender it, while the second with horizontal lines, these aspects were largely determined by the structure of the building. Both faces have been covered with several layers of "skin", first of all we have a transparent surface made of aluminum profiles with a Curtain Wall system, this first layer is in turn covered by an expanded mesh that allows light to enter. and at the same time creates a shadow. The accesses to the building have been identified with the use of a backlit polycarbonate coating which gives it greater importance. For this intervention we decided to use industrial materials such as metal mesh, corrugated sheets and polycarbonate that recalled the origins of the building.

 
1.jpg

In passato questo particolare edificio che sorge in Corso Ferrucci al n.14, realizzato negli anni ’50 in cemento armato, ospitava il Centro Congressi Allamano, la struttura progettata come un “prefabbricato” ha reso questa struttura molto rigida nelle sue linee e geometrie condizionandone inevitabilmente la nuova progettazione innanzi tutto la facciata è stata “spogliata” di tutto ciò che era superfluo, lasciando a vista solo l’ ossatura dell’ edificio in calcestruzzo armato. La facciata che insiste su Corso Ferrucci è notevolmente diversa da quella che si affaccia sul cortile interno, la prima presenta linee verticali che tendono a slanciarla, mentre la seconda con linee orizzontali, questi aspetti sono stati determinati in gran parte dalla struttura dell’ edificio. Entrambe le facce sono state coperte con diversi strati di “pelle”, innanzi tutto abbiamo una superficie trasparente realizzata con profili in alluminio con un sistema a Curtain Wall, questo primo strato è coperto a sua volta da una rete stirata che permette alla luce di entrare e allo stesso tempo crea un ombreggiamento. Gli accessi all’ edificio sono stati identificati con l’ utilizzo di un rivestimento in policarbonato retroilluminato che ne conferisce maggior importanza. Per questo intervento abbiamo deciso di utilizzare materiali industriali quali reti metalliche, lamiere grecate e policarbonato che richiamassero alle origini dell’ edificio.

IMG_9228.JPG

_______

PROGETTISTA

Studio Pession Associati

con

GIUBERGIA - GRIGLIO | ARCHITETTI

Collaboratori

Ing. Giorgio Montiglio – Project Manager

Ing. Paolo Piacenza

Ing. Alessandro Simoni Studio A&A

 Ing. Marco Lazzerini Studio Renato Lazzerini

Arch. Alessia Griginis – Onleco

P.I. Marco Palandella

Arch. Alberto Vanni

Ing. Andrea Valente

Facciatisti

ST Facade 

FOTOGRAFIA

-

_______

COMMITTENTE

Ersel

_______

LUOGO

TORINO

_______

TIPOLOGIA

Terziario, Ristrutturazione

MQ

500

ANNO DI REALIZZAZIONE

Realizzato, 2019 - 2020

IMG_9233.JPG