[ 2020 ]

MAZZINI

APPARTAMENTO PRIVATO

Torino

 

In un palazzo di fine ‘800 all’ angolo tra via Mazzini e via La Grange, un’originale reinterpretazione degli spazi da vita ad un alloggio che in soli 40 mq non deve farsi mancare niente.

Il progetto sfrutta tutto lo spazio a sua disposizione, trasformando una serie di angusti ambienti in un open space che, grazie all’ utilizzo sapiente di pareti vetrate mobili, modifica i volumi al fine di creare nella zona meno esposta alla luce naturale la camera da letto.

Come nella miglior tradizione dei grandi maestri, è dall’ utilizzo di pochi materiali, sapientemente accostati, che si ottengono i migliori risultati.

Il progetto parte dall’ utilizzo del legno a pavimento, che copre ogni mq dell’alloggio, dagli ambienti principali a quelli di servizio, per andare a rivestire l’unico elemento verticale che occupa l’open space al centro della sala e che accoglie al suo interno il camino come fulcro attorno al quale ruotano tutti gli ambienti, i quali ognuno con la propria specifica funzione, si intersecano l’uno nell’altro in un perfetto gioco di armonia e funzionalità.

Al legno si accosta un secondo materiale, il mosaico, tributo storico al genio romano, il quale reinterpretato in chiave moderna, dona eleganza e matericità agli ambienti che lo ospitano.

Così questo alloggio, così intimo e accogliente, racchiude al suo interno numerosi richiami legati non solo alla storia dell’architettura ma anche alle origini dell’uomo che vede nel focolare domestico il suo principale punto di riferimento attorno al quale ruota la sua quotidianità.

In un palazzo di fine ‘800 all’ angolo tra via Mazzini e via La Grange, un’originale reinterpretazione degli spazi da vita ad un alloggio che in soli 40 mq non deve farsi mancare niente.

Il progetto sfrutta tutto lo spazio a sua disposizione, trasformando una serie di angusti ambienti in un open space che, grazie all’ utilizzo sapiente di pareti vetrate mobili, modifica i volumi al fine di creare nella zona meno esposta alla luce naturale la camera da letto.

Come nella miglior tradizione dei grandi maestri, è dall’ utilizzo di pochi materiali, sapientemente accostati, che si ottengono i migliori risultati.

Il progetto parte dall’ utilizzo del legno a pavimento, che copre ogni mq dell’alloggio, dagli ambienti principali a quelli di servizio, per andare a rivestire l’unico elemento verticale che occupa l’open space al centro della sala e che accoglie al suo interno il camino come fulcro attorno al quale ruotano tutti gli ambienti, i quali ognuno con la propria specifica funzione, si intersecano l’uno nell’altro in un perfetto gioco di armonia e funzionalità.

Al legno si accosta un secondo materiale, il mosaico, tributo storico al genio romano, il quale reinterpretato in chiave moderna, dona eleganza e matericità agli ambienti che lo ospitano.

Così questo alloggio, così intimo e accogliente, racchiude al suo interno numerosi richiami legati non solo alla storia dell’architettura ma anche alle origini dell’uomo che vede nel focolare domestico il suo principale punto di riferimento attorno al quale ruota la sua quotidianità.

DSC_7066.jpg
DSC_7032.jpg
DSC_7049.jpg
Immagine_02-min.jpg
DSC_7022.jpg
DSC_7038.jpg
DSC_6979.jpg
DSC_7025.jpg
DSC_7027_modif-min.jpg
Immagine_03_con maniglia (1).jpg
bagno_01.jpg
DSC_6991.jpg

_______

PROGETTISTA

GIUBERGIA - GRIGLIO | ARCHITETTI

FOTOGRAFIA

Sara ROSATO

_______

COMMITTENTE

Privato

_______

LUOGO

TORINO

_______

TIPOLOGIA

Residenziale, Ristrutturazione

MQ

50

ANNO DI REALIZZAZIONE

Realizzato, 2019 - 2020